Adieu Diego, il calcio al di sopra del bene e del male

dalla Pagina Facebook di Sportframes.

Mille nomignoli, ognuno legato a un aspetto della sua vita, che coincide con il calcio, senza soluzione di continuità.
Perché Diego è stato il calcio.
Lo è stato anche nei momenti peggiori, quando combatteva coi propri demoni; esattamente come George Best, campione maledetto, morto nello stesso giorno, perché anche al destino piace giocare al calcio con i migliori.
Diego è stato al di sopra del Bene e del Male, sul campo più che fuori: un funambolo irridente e sprezzante, con un rapporto carnale con la sfera di cuoio.
Ne faceva ciò che voleva, divertente e letale, un Pifferaio di Hamerlin che portava a spasso i difensori prima di mandarli in terapia.
Diego è stato Napoli e le sue mille contraddizioni.
È stato il meglio di Forcella e il peggio del Vomero, riscattava gli scugnizzi portandoli in paradiso, mentre i demoni dei quartieri-bene si attaccavano alla sua mammella d’oro.
Ha pagato Diego, morendo giovane, ben prima di oggi.
Certo, “muor giovane chi è caro agli dei”, ma Diego aveva esaurito la propria missione terrestre nello stesso minuto in cui ha abbandonato il calcio.
Tre fischi, lo spettacolo è finito.
Sul campo Diego è stato tutto, amore eterno, piacere assoluto.
E questo nessuno potrà mai toglierglielo.
Neppure il Diego umano, troppo umano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...